Acquista locale e biologico

Tratto da “Alimentarsi” di Francesca Più

Come diventare consumatorǝ consapevoli facendo del bene al nostro corpo, al nostro pianeta ed alle nostre tasche in 4 passi?

Scegliamo di stagione!

La frutta e la verdura di stagione, raggiungendo la maturazione al sole e alle temperature ideali per lo sviluppo, abbattono i costi delle serre e delle celle frigorifere. Inoltre, quando il prodotto è nel suo periodo più rigoglioso, se ne raccoglie in gran quantità: ciò permette di abbassare ulteriormente i prezzi al pubblico; in più, se si acquistano prodotti locali si risparmia anche sui trasporti.

Eliminiamo confezioni e packaging dalle nostre scelte quotidiane!

Armiamoci di cesti e borse di stoffa pronti ad acquistare della sana frutta e verdura così come la natura l’ha confezionata, senza involucri di plastica. Spesso, difatti, paghiamo più la confezione che il prodotto stesso! Cerchiamo nelle nostre zone chi rivende frutta e verdura, ma anche legumi e cereali, da ingredienti freschi, integri, “alla spina”. Ricordiamoci che per ogni alimento in barattolo esiste la sua versione integrale, sia del prodotto fresco che secco, molto più economica.

Esploriamo i paraggi!

Ci sono molte piccole realtà ortofrutticole che non utilizzano pesticidi e trattamenti nelle nostre città e campagne! Spesso e volentieri i prezzi sono molto vantaggiosi! Dedicate del tempo libero all’esplorazione: in questo modo si conoscono tanti contadini che possono tenervi da parte la loro merce di “seconda scelta” o che butterebbero perché “brutta”, lasciandola ad un prezzo speciale; talvolta la regalano!

Cerchiamo un gas nella nostra zona!

Per i prodotti che non si usano tutti i giorni o per quelli più particolari – scorte di due settimane o mensili di secco come legumi, cereali, salse, olii, frutta esotica, frutta essiccata/secca o frutta e verdura che si mantengono piuttosto a lungo come agrumi, mele, carote, rape ecc. – è davvero conveniente unirsi a un gruppo d’acquisto della zona: si abbattono i costi delle spese di spedizione perché si compra in gruppo e in più, dato che si vende in questo modo molta merce alla volta, i produttori riescono ad abbassare ulteriormente i prezzi di vendita.

Buona spesa consapevole 🌱

Tratto da “Alimentarsi” di Francesca Più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.